Autenticità e reciprocità. Un dialogo con Ferenczi

Perché scrivere oggi del Diario Clinico di Sandor Ferenczi? Come affrontare questo testo del 1932 che non consegna delle verità conclusive ma propone l’esercizio dell’interrogarsi, coltiva il dubbio, indica l’autenticità emotiva come guida per l’analista?

Sabato 28 Gennaio 2017 Ore 10.00

Autori: Cecilia Alvarez, Gabriella Amodeo, Paola Dall’Albero, Daniela Ferretti, Fernando Landolfo, Edda Marazia, Paola Marmo, Luis J. Martin Cabrè, Fiorella Mirabile, Maria Mosca, Franca Paradisi, Luisa Pellerano, Carole Beebe Tarantelli

Dodici analisti si sono cimentati in gruppo con quest’appassionante opera aperta: qui ci forniscono il frutto del loro lavoro, svolto con Luis J. Martin Cabré, analista che molto ha contribuito al respiro internazionale degli studi psicoanalitici su Ferenczi.

Perché Ferenczi è stato uno dei principali allievi di Freud e uno dei suoi interlocutori più dotati, ma è stato anche un enfant terrible della psicoanalisi, sospetto di eresia per il coraggio delle sue sperimentazioni cliniche e delle sue posizioni teoriche.

Gli autori sottolineano l’originalità e la fruibilità del lavoro di Ferenczi rileggendo per noi il Diario e immettendo così il lettore in un “laboratorio” in cui le comunicazioni tra paziente e analista in seduta sono materiale vivo, a tratti incandescente.

Tra gli aspetti principali che emergono da questa lettura, risalta la centralità data da Ferenczi alla persona dell’analista e alle sue esperienze emozionali. Ne seguono la ridefinizione del controtransfert che diventa fattore di comprensione e fattore terapeutico cruciale, e la rivalutazione del ruolo degli affetti e dei vissuti nel dialogo tra inconsci.

Infine viene ripresa la teoria del trauma psichico di Ferenczi che ne rappresenta forse il lascito più fecondo per la cura psicoanalitica, e certamente il più conosciuto.

Insieme ad essa viene riproposta la tecnica terapeutica imperniata sull’ascolto e la condivisione del dolore di chi ha subito un abuso, e sul suo diritto a far valere la sua verità. Creazioni originali che fanno del Diario un vademecum per l’epoca attuale.

Luis J. Martín Cabré è psicoanalista, membro ordinario con funzione di training dell’Asociación Psicoanalítica de Madrid (Societá componente dell’IPA). Collabora con l’International Journal of Psycho-Analysis e con l’American Journal of Psychoanalysis. È Membro fondatore della Sándor Ferenczi International Foundation e del Grupo de Estudios Internacional Sándor Ferenczi di Madrid.

Leave a Reply

Your email address will not be published.